Proseguono gli incontri formativi a Orvieto

Il 28 e il 29 ottobre si sono svolti altri due incontri con gli insegnanti a Orvieto, nella magica cornice della sede della NUova Biblioteca Luigi Fumi.

La giornata di lunedì 28 ottobre è stata dedicata alla ricostruzione della storia del precinema e del cinema delle origini, e della sua evoluzione nei linguaggi e nelle forme attuali.

A questo link una dispensa sintetica degli esperimenti del periodo cosiddetto del “precinema”. A seguire una animazione con i dischi del fenachitescopio.

animazione_fenachitoscopio

Ci si è soffermati sugli aspetti produttivi, autoriali, distributivi, legislativi del cinema.
Sono stati analizzati soprattutto i linguaggi, mostrando dei tutorial realizzati dai ragazzi di un istituto superiore riproposti a questo link, e a seguire, a partire dal primo.
Gli insegnanti sono stati invitati a immaginare anche dei laboratori che prevedano, da parte dei ragazzi la realizzazione di brevi film, sul modello di quelli dei Fratelli Lumiere o di George Melies, che in meno di un minuto raccontino una storia. Nella seconda parte di questo articolo si trovano alcune indicazioni specifiche.
Si è sottolineata l’importanza del lavoro collettivo nella realizzazione di un film, gli aspetti preparatori che vedono la produzione di molti documenti scritti (dal soggetto, alla sceneggiatura o alla scaletta, al copione, e a tutta la documentazione per l’organizzazione produttiva fase per fase prima di arrivare alle riprese vere e proprie).
Una parte dell’incontro ha riguardato anche l’analisi e le riflessioni sulle esercitazioni svolte dagli insegnanti, che hanno documentato con la fotografia eventi o situazioni da loro scelti per una narrazione/presentazione che includesse anche i linguaggi visivi, insieme a quelli verbali. I lavori degli insegnanti finora realizzati sono a mano a mano incrementati e visionabili su questo sito a questo link. Di seguito alcune slide esemplificative, ma si consiglia vivamente la consultazione dei singoli lavori.
E’ stata ripercorsa la struttura della Guida e sono stati mostrati gli strumenti a disposizione degli insegnanti per approfondire temi trattati durante gli incontri.
Nella seconda giornata, martedì 29 ottobre, si è sinteticamente ripercorsa la storia della fotografia dalle origini alla diffusione dei supporti su pellicola e carta alla gelatina ai sali d’argento.
Sono stati mostrati percorsi laboratoriali diversi da proporre ai bambini nelle classi dei due istituti a partire da gennaio 2020. Dal percorso dedicato ai bambini nel tempo, con l’analisi dell’evoluzione della rappresentazione fotografica dei bambini in epoche, luoghi, occasioni differenti, a quello sulla realizzazione dei Diari fotografici attraverso la documentazione di eventi quotidiani.
Parte dell’incontro è stato dedicato proprio alle tecniche fotografiche e all’evoluzione dei supporti, a come trattarli per una loro migliore conservazione, indicando la dispensa preparata appositamente, consultabile a questo link.
dav
Si è quindi passati ad analizzare alcune raccolte di fotografie di famiglie portate dagli insegnanti, spiegando loro l’importanza degli archivi di immagini privati, del valore sempre più forte che le foto e i film di famiglia stanno acquisendo, considerando il carattere specifico, inedito di queste fonti e la loro importanza per la storia sociale, economica, del costume, antropologica, delle mentalità, delle emozioni e degli affetti (considerando che la storia di una famiglia si tramanda quasi sempre, oltre che attraverso l’oralità proprio attraverso le fotografie).
Si è sottolineata l’importanza di associare queste fonti che raccontano (anche quando nascondono, celano, mascherano) storie private, alle fonti istituzionali che narrano la storia contemporanea, politica, italiana, ma anche europea, nel contesto mondiale (basti pensare alla storia dell’emigrazione e a quante fotografie di famiglia la testimonino).
Sono state quindi distribuiti questionari da compilare relativi uno alla raccolta/selezione di foto di famiglia in generale (qui il link), l’altro alla descrizione di ogni singola fotografia scelta (qui il link).
Si è spiegato quindi che un percorso laboratoriale con i bambini dedicato alle foto e alle storie di famiglia dovrà necessariamente vedere coinvolti i genitori e i parenti più prossimi.
Sono state infine indicate alcune possibili date per i laboratori nelle classi che inizieranno subito dopo le vacanze natalizie e che saranno fissate definitivamente al prossimo incontro, il 18 e il 19 novembre 2019.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...